CORRADO MALANGA

 

Coma nuovo sito di Corrado Malanga Fonte http://www.corradomalanga.vacau.com/

Questo sito riporta i lavori e le idee del dottor Corrado Malanga, noto ricercatore di Chimica, presso il Dipartimento di Chimica e Chimica industriale del’Università di Pisa ma anche uno studioso di quei fenomeni poco noti che prendono il nome di Interferenze Aliene. Il termine Interferenze Aliene fu coniato diversi anni fa dallo stesso Malanga e sta ad indicare, tutto ciò che riguarda il fenomeno degli oggetti volanti non identificati nella più larga accezione del termine. Dietro gli Ufo, come la gente comune li chiama, si nascondono problemi ben più grandi che l’umanità intera è chiamata a risolvere. Il problema della tecnologia aliena, il problema della revisione della storia sul nostro pianeta, il problema della presenza delle religioni come arma di controllo della popolazione, la presenza sul nostro pianeta di gruppi di potere, sovente legati a movimenti massonici economicamente forti. Dunque COMA non è solo un sito che si rifà alle iniziali del nome di Corrado Malanga ma si lega al vero significato che gli antichi Greci davano a questo termine. Il termine κῶμα Koma è il sonno profondo (http://en.wikipedia.org/wiki/Coma) che determina una totale incoscienza. Questa è lo stato di incertezza che oggi colpisce il genere umano. Incapacità a correlarsi con l’ambiente esterno, incapacità a reagire alle negative stimolazioni dei governanti, che strumentalizzando l’ignoranza della gente, tendono a trarre proficui ma illeciti vantaggi. Coscienza Manifesta è dunque la necessaria cura per la società moderna dove accorgersi della presenza, su questo pianeta, della presenza aliena vuole dire, secondo Corrado Malanga, di cui questo sito contiene il pensiero, fare un passo avanti nella consapevolezza di sè stessi. Comprendere cosa l’alieno vuole da noi prevede infatti di effettuare un cammino introspettivo dentro noi stessi, per capire e ricordare chi siamo, da dove veniamo e perché siamo qui, cosa dobbiamo fare e perché dobbiamo farlo. Acquisire consapevolezza di essere Coscienza e manifestare questa consapevolezza vuole dire abbattere le barriere che esistono in questo universo virtuale, cioè modificabile, per fare l’esperienza della vita, dove, alla fine del cammino, si scoprirà che noi siamo Dio e siamo i veri fautori della nostra esistenza. Comprendere questo aspetto della nostra esistenza significa abbattere tutte le barriere che sono simboli di divisioni, dove esse servono a chi comanda per categorizzare gli esseri umani in eserciti che faranno le guerre di altri. L’idea di poter votare a destra od a sinistra per esempio o l’idea di poter scegliere un prodotto di una marca od un altro prodotto, fanno credere alle persone di questo pianeta di essere in democrazia mentre in realtà la reale visione della mappa del territorio, cioè la fotografia che ognuno di noi fa della realtà, ci riconduce spietatamente ad un modello di società precostruita sulla base di un unico inganno. Infatti sia dietro i movimenti di destra che di sinistra ci sono i finanziatori delle campagne politiche che finanziano sia gli umani di destra che di sinistra così, chiunque vincerà sarà sempre chi ha messo i soldi. Gli studi effettuati dal dottor Malanga in questi ultimi trenta anni, hanno condotto l’autore a costruire un modello di uomo basato su quattro elementi che per convenzione egli ha nominato: anima, mente, corpo e spirito, rifacendosi ad antiche culture esoteriche ma soprattutto al significato alchemico e simbolico di quattro elementi che rappresentano ideicamente l’universo:l’aria, l’acqua, la terra ed il fuoco. COMA, nel suo logo, racchiude le iniziali di tutte queste parti con la C di corpo la M di mente, la A di anima e la S di spirito disegnata all’interno della lettera O contenente un antico simbolo dell’universo duale che si integra nell’Uno.. Integrare il maschile ed il femminile, il lobo destro e quello sinistro del cervello umano, la percezione con la misurazione della realtà fisica, rappresenta lo scopo dell’autore di questi lavori che COMA raccoglie perché più agevolmente i lettori possano usufruirne. Coma è collegato a vari siti nel mondo in diverse lingue, per poter portare questo pensiero in tutti i luoghi spazio temporali immaginabili. L’autore di questi lavori, partendo dalla ricerca sulla realtà aliena, dimostra, alla fine, che i demoni delle antiche leggende altro non sono che gli alieni di oggi. Lo studio della realtà aliena, condotta utilizzando varie discipline tra le quali la fisica quantistica, le teorie sull’universo olografico di Bohm, la programmazione neurolinguistica di Bandler e Grinder, l’ipnosi eriksoniana, le teorie sul funzionamento del cervello di Kosslin e Pribram, ci permette di comprendere come non sia la tecnologia a decretare l’evoluzione della specie ma la acquisizione di consapevolezza del proprio sé. In questo contesto l’alieno appare più alla stregua di un umano che vuole governare altri umani, che hanno deciso di farsi governare, piuttosto che un uomo che non ha padroni. Che Pinocchio, da burattino, diventi uomo vero. Per questo è necessario che egli esca dal suo COMA.

 

 

 


Prenderne coscenza vol.1
Prenderne coscenza vol.1
Prenderne coscenza vol.1 parte II
Prenderne coscenza vol.1 parte II
Prenderne coscenza vol.2
Prenderne coscenza vol.2
Intervista Novembre 2012
Intervista Novembre 2012


Intervista Malanga 2011
Intervista Malanga 2011
Mazzucco / Malanga
Mazzucco / Malanga
Alieni e Vaticano
Alieni e Vaticano
Eliminazione parassiti
Eliminazione parassiti


www.corradomalanga.vacau.com
www.corradomalanga.vacau.com

Tratto da Alien Cicatrix di Corrado Malanga

Tutto cominciò tanti anni fa.Mi interessavo di UFO a livello amatoriale, quando decisi di entrare a far parte diun’organizzazione a livello nazionale che studiava l’argomento. Divenni membro delConsiglio Direttivo e lavorai per questa organizzazione per vari decenni. Un giorno miaffidarono l’incarico di seguire un caso di presunto rapimento, da parte di alieni, di unragazzo di Genova: Valerio. Dopo quattro anni di inchiesta trasformai il mio rapporto in unlibro, per volere dello stesso direttivo del Centro per cui lavoravo.Si scatenò l’inferno!Venni subito minacciato, dall’interno e dall’esterno di quell'organizzazione, e tentarono dimettermi a tacere. Le stesse persone che mi avevano, in un primo tempo, sostenuto nelleindagini, si rivoltarono contro di me e ci volle poco per capire che avevano delle collusionicon alcuni settori governativi, italiani e non. Collusioni di cui io, stupidamente, non mi eromai reso conto. In realtà me n’ero reso conto a livello inconscio, ma non avevo mai volutodar retta alla voce della mia Coscienza, la quale diceva chiaramente, giorno dopo giorno,che in quell’organizzazione, come in altre in Italia, la longa manus dei servizi segreti lafaceva da padrona.Siccome non mi piace, però, lasciare un lavoro a metà, decisi che era bene continuare leindagini sul fenomeno abduction. L’incarico me lo avevano dato e la macchina era statamessa in moto: quando comincio un lavoro non posso essere fermato, se non per sempre!......