IRON MAN 2 – una recensione cinematografica semiseria alla luce dell'antroposofia. fonte coscienze in rete

 

film fantastici americani sembrano incubi sul futuro. Per me sono un'occasione per fare le mie contro-immaginazioni.

 

IRON MAN 2 mi aveva incuriosito perché sui cartelloni pubblicitari il protagonista appare dotato di un congegno applicato sul cuore che emana una luce bluastra. Volevo vedere cosa avevano immaginato gli autori proprio riguardo questo organo che è connesso con l'amore e le facoltà dell'anima nel contesto di un film del genere – come lo chiamo io – "sparammazza".

 

Il protagonista, Tony Stark alias Iron Man, è un "ancora giovane" bell'uomo miliardario e capo di una corporation industriale, circondato da belle donne come collaboratrici servili. Tutte le caratteristiche socio-economiche dell'attuale mito dell'uomo "arrivato". Ma ha un problema: sopravvive grazie all'energia di un congegno circolare impiantato sul cuore. Osservo che questo congegno emana una luce fredda, bluastra e di intensità fissa.

 

Esercizio di immaginazione n. 1: Se ci fosse chiesto di immaginare una "luce del cuore" come sarebbe?

 

Inoltre per funzionare questo congegno consuma un carburante costituito da un elemento chimico solido.

 

Esercizio di immaginazione n. 2: Se dovessimo descrivere qualcosa che fa traboccare di energia vitale proveniente dal centro del nostro petto, cosa sarebbe e come sarebbe fatto? Sarebbe consistente come un solido, come un liquido, come l'aria o come il calore?

 

Nel film, inoltre, questo carburante solido intossica il sangue e il protagonista è costretto a misurarne la tossicità con una macchinetta identica a quelle per la glicemia dei diabetici.

Nello sviluppo della storia il protagonista, consapevole di aver ancora poco da vivere a causa di questa progressiva mortale intossicazione, decide di darsi alla "bella vita" apparendo su palcoscenici identici a quelli per le pop-star (si vedano gli MTV Awards) acclamato da folle estasiate o in festini tipo bunga-bunga dove si lascia andare a volgarità corporali e, in accenni espliciti, sessuali.

Illuminati: Natalie Portman (Parte 1)

Nello stesso servizio fotografico, ci sono altre immagini suggestive in cui la vediamo mentre fa il gesto del silenzio (ha anche in mano l’antenna di una radio [simbolo fallico, assieme al dito sulle labbra]. L’antenna è emblematica soprattutto delle frequenze radio, un modo intelligente per indicare il “cambio di stazione” con cui un handler può attivare i diversi alterego ) vi sono anche foto dove l’attrice ha in mano un rossetto e uno specchio.

 

Natalie Hershlag è nata a Gerusalemme, Israele, il 9 giugno 1981 da Avner Hershlag (Avner significa “padre di luce” aka Lucifero [anche se, ovviamente si tratta di un nome comune tra gli ebrei], un medico specializzato in fertilità e riproduzione (Natalie e sua madre Shelley Stevens sono nate esattamente lo stesso giorno, il 9 giugno [69], nel 29° compleanno di Shelley, un evento che, un medico della fertilità potrebbe facilmente organizzare, per un qualsiasi scopo [rituale o altro]) nella foto sotto lo vediamo assieme a Natalie al “Second Annual Neuroscience Foundation Benefit”. Gran parte delle ricerche genetiche e degli studi sul Progetto Monarch vennero elaborati da Mengele e da altri handler nazisti nei campi di concentramento, (in particolare) ad Auschwitz. Probabilmente la programmazione degli Hershlag iniziò proprio durante la seconda guerra mondiale in quanto sappiamo che la sua bisnonna rumena era anche una spia inglese (la maggior parte delle quali sono programmate).

Fonte Neovitruvian


Bono, Richard Branson e Olivia Wilde si fanno beffa delle teorie cospirative sugli Illuminati in una pubblicità per l’acqua potabile

 

A febbraio, Matt Damon ha lanciato una campagna di sensibilizzazione per la mancanza di acqua potabile nei paesi del terzo mondo. Nonostante sia una causa importante e nobile, la pubblicità che promuove l’iniziativa, con protagonisti Bono, Richard Branson e Olivia Wilde si concentra praticamente su qualcos’altro: Ridicolizzare le cospirazioni correlate agli Illuminati. Perché? Nessuno lo sa con certezza.

 

In meno di due minuti, la pubblicità è riuscita a darmi fastidio su più livelli. In primo luogo, è l’ennesimo esempio di celebrità le quali cercano di fare pubbliche relazioni per legare la loro “immagine” ad una giusta causa. Invece di rimboccarsi le maniche e aiutare le persone vanno davanti ad una telecamera dicendo alla gente comune: “Hey! Sono una celebrità e ho i soldi, guarda come sono splendido: supporto questa causa “benefica” made in Hollywood … e tu sei uno stronzo egoista che non se ne preoccupa! “

In secondo luogo, saranno andati tutti in bagno alla fine delle riprese. Basare una campagna pubblicitaria su un’azione che nessuno probabilmente metterà in pratica non è forse lo specchio dell’ipocrisia presente nell’industria dell’intrattenimento?

La cosa più sconvolgente, però, è che le celebrità nella pubblicità non sembrano essere preoccupate dell’acqua potabile quanto di prendere in giro i “complotti” sugli Illuminati e, di riflesso, i ricercatori della verità sparsi in tutto il mondo.

Il primo a prendere in giro le teorie Illuminati è Bono – il fondatore di organizzazioni NWO-friendly, finanziate da Bill Gates (Mr. Spopolamento) e George Soros (Mr. Governo Mondiale e Moneta Unica Globale). L’”entourage” del cantante degli U2 fa parte del gruppo Bilderberg, del Council of Foreign Relations e di altri rami elitari degli Illuminati…ed ha pure il coraggio di parlare! Bono, nessuno crede davvero che gli Illuminati siano un gruppo di celebrità che si riuniscono in segreto. Perchè allora deformi la verità per farla sembrare ridicola?

Continuando con il filmato abbiamo Richard Branson, che probabilmente ha abbastanza soldi per risolvere l’intero problema da solo ma preferisce scherzarci sopra su Youtube.

Infine c’è Olivia Wilde (l’attrice compare nel film In Time di cui scrissi l’interpretazione) che afferma di essere un “androide proveniente dal futuro”, perché, a quanto pare, i ricercatori della verità, sarebbero così stupidi da crederci.

Ecco un’idea: perchè non discutere della radice del problema? Perché non parlare dello sfruttamento sistematico di ogni singola risorsa africana a vantaggio delle potenze coloniali? Della creazione di falsi paesi africani, da parte dei paesi industrializzati, in modo da strangolarne le economie? Dei governi fantoccio che non costruiscono infrastrutture per il popolo africano? Del FMI che impone severe restrizioni economiche su questi paesi per aiutare le multinazionali protette dal Bilderberg? Sì è vero…è qualcosa di noioso e va contro gli interessi dei loro “maestri”. Non bisogna assolutamente far capire alla gente che, chi causa i problemi è lo stesso che ti fa sentire male per essi. Prendiamo per il culo invece chi ricerca la verità sugli Illuminati.

Penso che il suddetto sciopero “anti-igenico” si adatti perfettamente a queste celebrità… effettivamente sono solo dei pieni di merda.

Fonte neovitruvian


Fabri Fibra, l' illuminato , pronti partenza via, la niu religion arriva pure in italìa....fonte santaruina

 

L’analisi dei video musicali pop di successo alla ricerca di riferimenti esoterici è ormai attività che ha fatto il suo tempo, come si è più volte fatto notare.

Non ci sono più messaggi nascosti da individuare, oppure simbolismi celati: la Nuova Religione ormai ostenta il proprio messaggio in modo palese, e non vi è più nulla di nascosto.

Ci troviamo ormai in una fase avanzata di un progetto a lungo pianificato, stiamo assistendo ad un catechismo su larga scala rivolto in primis ai più giovani, che crescono assorbendo i messaggi trasmessi loro in modo martellante per mezzo di un simbolismo ben preciso.

E’ bene infatti tenere presente che coloro che credono nella validità delle scienze esoteriche confidano nel fatto che l’esibizione dei simboli sia di per sé un modo efficace di trasmissione del messaggio che si vuole veicolare.

E non è nemmeno necessario che il destinatario sia edotto sul significato dei simboli stessi: l’immagine sola, di per sé, è in grado di comunicare con una parte dell’individuo che va oltre la mera analisi razionale.

Si tratta di una realtà nota a tutti coloro che approfondiscono le questioni esoteriche.

Questo è quindi il motivo per cui tale simbologia occulta è diventata oggi così comune; si aggiunga anche che volendo raggiungere una grande quantità di giovanissimi, non vi è metodo migliore che affidare il proprio messaggio a coloro che gli stessi giovani ascoltano e seguono con più attenzione, ovvero i musicisti e i cantanti operanti nell’universo della musica pop.

 

Sarebbe quindi superfluo condurre una ulteriore analisi su questo genere di indottrinamento, sezionando fotogramma per fotogramma uno dei video delle varie Rihanna, Kesha, Katy Perry o Lady Gaga: i simboli che vi compaiono sono sempre i medesimi, e la storia raccontata sempre la stessa.

Quello che invece rappresenta una piccola novità, ed è anche il motivo per cui ci si occupa nuovamente dell’argomento, è l’approdo di tali operazioni anche nel nostro paese.

I propagatori di questa Nuova Religione hanno infatti cooptato per l’occasione il rapper nostrano Fabri Fibra e non hanno badato a spese per il lancio del suo nuovo singolo, trainato da un videoclip patinato e professionale quanto un prodotto d’oltre oceano.

Inutile aggiungere che il singolo in questione ha già raggiunto i vertici delle classifiche nazionali.....(Continua a leggere)

 


LIL’ WAYNE-LOVE ME – UN VIDEO DEDICATO ALLE SEX KITTEN fonte neovitruvian

 

Lil’ Wayne non si è di certo fatto problemi a dichiarare la sua adesione al satanismo. Nell’ultimo video, in collaborazione con Drake e Future, lo vediamo infatti esporre, sia visivamente che verbalmente molti concetti di quel culto sessuale/luciferino presente, ultimamente, in molti dei lavori sfornati dall’industria dell’intrattenimento

 

Non si tratta di un video con una trama articolata, emergono tuttavia dei concetti facilmente riconoscibili nelle ultime produzioni pop. Il materialismo, la donna oggetto, la generale degenerazione degli ambienti si sommano in una inquietante visione d’insieme, che ci porta a domandarci: la musica è ancora una forma d’arte o è diventata un semplice mezzo di propaganda massonico/illuminata/satanista? Andiamo ora ad analizzare le immagini chiave del video.

All’inizio del video notiamo un sottile messaggio subliminale che ci introduce alle tematiche affrontate nel video....(Continua a leggere)

 


SUPER BOWL 2013: LA PUBBLICITÀ DELLA MERCEDES E IL SUO MESSAGGIO OCCULTO fonte neovitruvian link

 

Il Super Bowl, nel tempo, si è trasformato in qualcosa di più di una semplice partita di football. E’ un evento poliedrico che mescola intrattenimento sportivo, industria musicale e pubblicità corporativa, monopolizzando l’attenzione dei mass media per giorni. Questo evento annuale è visto da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo ed è quindi una grande piattaforma in cui l’elite occulta può spingere la sua agenda. Come se non bastasse sta diventando, sempre più palesemente, una celebrazione dell’industria degli illuminati (vedi l’articolo dell’anno scorso Super Bowl Half Time Show: Una celebrazione per la grande sacerdotessa dell’industria musicale).

 

Gli spot che circondano il Super Bowl sono gran parte dello spettacolo e vengono, probabilmente, discussi e analizzati più della stessa partita di football. Quest’anno, è stata la Mercedes ad entrare nell’arena commerciale del Super Bowl con una pubblicità in cui si sponsorizza una nuovo modello di automobile. Oltre alla sua funzione base (vendere macchine) esso convoglia anche altri messaggi. In breve, l’elite ci sta dicendo chi è il vero deus ex machina dello show.

La pubblicità si basa sul concetto faustiano di vendere la propria anima per fama e ricchezza, uno dei temi preferiti dagli illuminati. In meno di 2 minuti, lo spot riesce a racchiude in se una forte dose di simbolismo e parecchie verità riguardo l’industria dell’intrattenimento.....(Continua a leggere)